USA, -40% di immigrati illegali in un mese grazie alle politiche di Trump

Gli ingressi sul territorio statunitense di immigrati clandestini, senza i documenti necessari per l’ingresso negli USA, sono calati del 40% nell’arco di un mese da gennaio a febbraio. A rendere noto l’incredibile dato il governo americano, che ha sottolineato come l’amministrazione Trump abbia contribuito a stroncare la piaga dell’immigrazione illegale negli USA.

“Il calo nel numero delle persone catturate mostra un sensibile cambiamento nel trend” ha sostenuto John Kelly, responsabile per la sicurezza nazionale. “Dal varo degli ordini esecutivi dell’amministrazione per rafforzare le leggi in materia di immigrazione, le persone catturate e i movimenti di persone non ammissibili stanno volgendo verso il minimo mensile degli ultimi cinque anni”.

Misure molto efficaci, se in un mese hanno mostrato un calo di immigrazione clandestina come mai nei cinque anni precedenti dell’amministrazione Obama. “Quest’anno siamo scesi da 31.578 a 18.762 persone, ovvero un calo del 40%” ha detto Kelly. “Questi primi risultati mostrano che l’applicazione della legge ha un impatto, che la dissuasione ha un impatto, e che un’applicazione efficace delle leggi in materia di immigrazione ha un impatto” ha detto Kelly. In poche parole: per fermare l’immigrazione clandestina, basta volerlo.