Cancellato volo ministro esteri turco, furia Erdogan: “Olandesi fascisti!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:52

Voleva recarsi a Rotterdam per prendere parte al comizio in favore del presidente turco Recep Erdogan, nonostante le autorità olandesi avessero già imposto il divieto per questo tipo di manifestazioni. Forse è anche per questo che l’Olanda ha deciso di cancellare il volo del ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu, facendo salire a livelli altissimi la tensione tra il paese dei tulipani e la Turchia.

L’intervento di Cavusoglu era considerato cruciale per convincere la comunità turca residente nei Paesi Bassi a votare “Sì” al prossimo referendum costituzionale – in programma il prossimo 16 aprile – con cui la Turchia è chiamata a decidere del passaggio al sistema presidenziale, in linea con la svolta autoritaria propagandata proprio da Erdogan.

Il leader turco ha reagito furiosamente alla notizia della cancellazione del volo, e non ha risparmiato pesanti accuse nei confronti delle autorità olandesi. “Sono residui del nazismo e fascisti. Potete vietare al nostro ministro degli Esteri di volare. Ora vedremo come faranno i voli dall’Olanda ad atterrare in Turchia”, ha tuonato Recep Erdogan.

Non si è fatta attendere la replica del governo olandese. “Le autorità turche avevano minacciato pubblicamente con sanzioni. Era impossibile la ricerca di una soluzione ragionevole – si legge in un comunicato diffuso dal governo all’Aia – Per questo l’Olanda ha negato il permesso di atterraggio al volo del ministro turco”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!