E’morto John Surtees, la leggenda di moto e Formula 1 aveva 83 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:51

Lutto nel mondo della Formula 1. si è spento, all’età di 83 anni John Surtees, considerato una vera leggenda per aver vinto, unico pilota al mondo, il titolo mondiale sia di moto che di Formula 1. La morte del sette volte iridato nel motociclismo e campione, alla guida della Ferrari, nel 1964 è stata ufficializzata dalla famiglia e ripresa sull’account Twitter della Formula 1 e della MotoGp. “È con grande tristezza – ha scritto la famiglia del pilota – che annunciamo la morte del nostro marito e padre, John Surtees, 83 anni, era entrato al St Georges Hospital di Londra a febbraio con problemi respiratori e dopo un breve periodo in terapia intensiva è deceduto serenamente questo pomeriggio. Sua moglie, Jane e le figlie, Leonora e Edwina erano al suo fianco. John era un amorevole marito, padre, fratello e amico. Piangiamo la perdita di un uomo così incredibile, gentile e amorevole – si legge – è stato un vero e proprio esempio. Vorremmo ringraziare tutto il personale dell’ospedale per la loro professionalità e il sostegno in questo momento difficile per noi. Grazie anche a tutti coloro che hanno inviato i loro messaggi genere nelle ultime settimane”.

I numeri di Surtees sono quelli di un vero campione che amava i motori: dal 1958 al 1960 ha conquistato tre titoli mondiali nella classe 350 ed altri 4, nel 1956 e dal 1958 al 1960 li ha vinti nella classe 500. Dal 1960 al 1972 ha corso in Formula 1 e nel suo primo anno partecipò a due gran premi, con un ottimo secondo posto in quello d’Inghilterra. Il titolo mondiale lo ha vinto nel 1964 piazzandosi davanti a Graham Hill e Jim Clark. Da non dimenticare i 38 successi complessivi nel motomondiale e i 6 Gran Premi vinti in Formula 1 con, rispettivamente 45 e 24 podi complessivi. Una passione viscerale, quella di Surtess per i motori con i quali ha però vissuto anche una terribile tragedia: la morte del figlio Henry Surtes durante una gara di Formula 2, avvenuta il 19 luglio 2009 a causa del violento colpo di uno pneumatico che si staccò da un altra auto da corsa. Surtees non ha mai smesso di lavorare occupandosi della Fondazione Henry Surtees e del Buckmore Parco Kart Circuit fino a pochi giorni prima del ricovero.

Daniele Orlandi