Proteste anti-Salvini, Renzi critica De Magistris: “Niente alleanze con chi appoggia i violenti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:21

La giornata di ieri è stata caratterizzata dagli scontri tra manifestanti che protestavano contro l’evento che vedeva protagonista il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, e le forze dell’ordine. In molti hanno stigmatizzato il comportamento dei contestatori: anche molte persone di sinistra, pur ritenendo legittima e doverosa la critica nei confronti del segretario del Carroccio, ritengono le violenze contro la polizia una sorta di assist alla propaganda politica di Salvini.

Per questo hanno fatto molto discutere le parole pronunciate nei giorni scorsi dal sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che aveva alimentato la polemica etichettando ripetutamente Salvini come “razzista e xenofobo” e sottolineando anche nella giornata di ieri di trovarsi “dalla parte dei manifestanti”.

Parole che non sono affatto piaciute a Matteo Renzi, che dalla kermesse in corso al Lingotto ha duramente criticato il primo cittadino partenopeo. “Ci sono argomenti su cui non possiamo girarci introno: no alle alleanze con chi non accetta il principio di legalità che non è un valore di parte ma di tutti. Quando un Sindaco si schiera con chi sfascia la città per non far parlare qualcuno quella non è una cosa da Pd – ha detto Renzi – E quando un parlamentare chiede di parlare lo deve fare, noi siamo dalla parte di quel parlamentare anche se si chiama Salvini, Proprio perché si chiama così, lo vogliamo sconfiggere alle elezioni ma deve parlare come devono parlare tutti”.