Scrive su Facebook “La moto uccide”, poi fa un incidente e muore a 16 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:34

Una tragica profezia, che si è avverata poco più tardi, quella scritta da un ragazzo napoletano di soli 16 anni, Alessio Granata. Il ragazzo, appassionato delle moto, aveva scritto su FB un post: La moto uccide, è vero. Ma lo stesso lo fa una vita monotona prima di emozioni”. Qualche ora più tardi, il ragazzo si è schiantato.

Era in sella alla sua Yamaha R125 assieme ad un amico, quando ad un incrocio si è schiantato con una Opel Agila. L’impatto è stato particolarmente violento ed i due giovani sono stati sbalzati a terra. Il ragazzino indossava il casco ma ciò non è bastato a salvarlo. Il giovane è stato soccorso dal 118 dell’ospedale di San Giuliano che hanno tentato di rianimarlo, ma probabilmente il 16enne è morto nell’impatto.

Il suo amico ha riportato diverse ferite ma non è in pericolo di vita ed è stato ricoverato all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Sulla sua bacheca Fb, tante frasi e immagini di un ragazzo che amava infinitamente la vita e le moto, che erano le sue grandi passioni. Adesso è al vaglio dei carabinieri la dinamica del terribile incidente che ha ucciso un ragazzo così giovane e con tanta voglia di vivere.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!