Beppe Grillo dopo querela Pd: “Sul blog rispondo solo per i miei post”. E’ bufera

Come trovarsi in un labirinto di specchi. E’ così che potrebbe essere definita la inafferrabile struttura che regolamenta, e auto-legittima, il funzionamento di uno dei blog politicamente più incidenti di tutto il nostro Paese. Questo, per lo meno, è quanto appare dalla scottante vicenda che ha investito ancora una volta il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, querelato dal tesoriere PD Francesco Bonifazi più di un anno fa a causa di un post nel quale si accusava il Pd di collusione con un giro di affari sporchi. La vicenda, all’epoca, riguardava dei presunti guadagni ricavati dal petrolio nei quali era coinvolto il ministro Guidi.

Quello che emerge oggi è che “Beppe Grillo non ha alcun potere di direzione sul blog “Beppe Grillo”. Ad affermarlo sono gli stessi avvocati del leader 5 Stelle, che hanno presentato una memoria difensiva in risposta alla querela di Bonifazi. Grillo, si legge ancora “non è responsabile, né gestore, né moderatore, né direttore, né provider, né titolare del dominio del blog né degli account Twitter, né dei tweet e Facebook e non ha alcun potere di direzione né di controllo sul blog né sugli account twitter e Facebook e tanto meno su ciò che ivi viene postato.” Una battaglia contro i mulini a vento, insomma.

La struttura così esposta, dunque, è progettata come una serie di scatole cinesi che non porteranno mai ad un unico punto di comando. Il dominio del blog è infatti intestato ad Emanuele Bottaro, che ne è anche titolare. Da qui, bisogna passare alla Casaleggio Associati, che invece lo gestisce. E non è mai stato chiaro quale tipo di rapporti esistano tra il Movimento, il sito e la società.

Accuse che oggi vengono rivolte a Grillo da buona parte del Partito Democratico e non solo. Grillo, però, non si scompone e tira dritto: “Nessuno scandalo, nessuna novità. Se non il rosicamento del Pd per aver per il momento perso la causa, cosa che Bonifazi ha scordato di dire. Nessuna diffamazione. Nessun insulto. Semplice informazione libera in rete. Maalox?”