Israele: esplode magazzino di fuochi d’artificio, 2 morti e 7 feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:26

Un’esplosione devastante e uno scenario simil bellico, quello provocato dall’esplosione di un magazzino colmo di fuoci d’artificio nella città di Porat, nel centro di Israele. Diversi video amatoriali hanno catturato l’istante della deflagrazione, costata la vita a due persone e che ne ha ferite altre sette: è accaduto martedì ma i soccorsi hanno lavorato per ore, fino alla giornata di oggi, per salvare i superstiti e rimuovere le macerie del magazzino completamente distrutte dalla massiccia esplosione.

Un uomo di 50 anni ha riportato ferite gravissime ed è stato portato al Rabin Medical Center di Petah Tikva; altre sei persone, tra le quali due bambini, hanno riportato ferite più lievi. Due corpi senza vita sono stati trovati all’interno dell’edificio e sono stati portato all’L. Greenberg National Institute of Forensic Medicine di Tel Aviv per le procedure di identificazione. L’incidente ha richiesto un enorme impegno dei soccorritori: sul posto sono intervenuti almeno cento uomini dei vigili del fuoco e trenta mezzi, oltre a decine di agenti e medici di emergenza arrivati poco dopo le 10.40 di ieri, orario dell’esplosione. “Il problema – ha dichiarato Yoram Levy, portavoce del Natonal Fire and Rescue Services, al Jerusalem Post – era legato al fatto che le molteplici esplosioni hanno reso molto pericoloso avvicinarsi. L’obiettivo principale è stato sin da subito quello di proteggere le abitazioni circostanti”.

Levy ha aggiunto che l’incendio scaturito dalle esplosioni è stato conttrollato dai vigili del fuoco nel pomeriggio di ieri ed in queste ore la polizia sta indagando per risalire alle possibili cause dell’incidente. Dalla ricostruzione sembra che il magazzino, riempito di fuochi d’artficio probabilmente per il Giorno dell’Indipendenza, sia rimasto in piedi dopo le prime esplosioni ma in pochi minuti è crollato, con all’interno alcune persone, due delle quali estratte dalle macerie senza vita.

Daniele Orlandi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!