Ancora problemi per Misha Barton, venduto all’asta un video hard privato

Quando la realtà supera la fiction” potrebbe essere questo il titolo che descrive la vita di Misha Barton giovane attrice di Hollywood divenuta famosa grazie all’interpretazione di ‘Marissa Cooper‘, adolescente dalla vita tormentata a causa di pessime frequentazioni e consumo di droghe e psicofarmaci, nel teen drama ‘OC‘.

Il suo 2017 era cominciato con un ricovero in una clinica di riabilitazione a cui si era aggiunto un brutto incidente in auto, oggi la 31 enne attrice è dovuta correre ai ripari quando si è diffusa la voce che un suo video hard è stato messo all’asta sul web. La notizia del video ha traumatizzato ulteriormente la Barton che ha subito dato procura all’avvocato Lisa Bloom, la quale ha subito diffuso un comunicato in cui minaccia gli autori del video di ricorrere a misure legali qualora le immagini divenissero di dominio pubblico: “Vi troveremo e vi perseguiremo, secondo le norme del diritto penale e civile. Se procedete sarà a vostro rischio e pericolo”.

L’attrice ha anche voluto convocare una conferenza stampa per commentare l’accaduto, nella quale ha detto ai giornalisti che si tratta della peggiore cosa che le potesse capitare in questo momento difficile: “La mia più grande paura si è materializzata quando ho saputo che qualcuno che pensavo di amare e di cui mi fidavo aveva filmato i miei momenti più intimi e privati, senza il mio consenso e utilizzando telecamere nascoste”. Nel frattempo si sono diffusi dei rumors secondo i quali i colossi del porno avrebbero già visionato il filmato e che uno di loro potrebbe già aver acquistato il video, qualora fosse vero si tratterebbe di un esborso notevole dato che la base d’asta per assicurarsi il video partiva da 500.000 dollari.