L’intervista all’italiano convertito all’Islam: “Le donne? Da infibulare. La moglie si può picchiare, se non ubbidisce”

Sono sconvolgenti le parole di Muhammad Alfredo, un uomo italiano che si è convertito all’Islam nel 2010 ed è stato raggiunto dai microfoni di Piazza Pulita, su La7. L’uomo, per essere intervistato dalla giornalista Sara Giudice, ha preteso che lei si presentasse senza trucco e profumo, ed indossando l’hjiab.Non solo: la donna non doveva dare alcuna stretta di mano all’uomo. Non avrebbe neppure dovuto ‘battere i piedi’. Tutte le indicazioni sono state date direttamente via Facebook alla donna.

La delirante intervista mandata in onda su La7 mostra com’è per un uomo vivere in completa aderenza rispetto ai dettami della sharia, la legge islamica. “Io giustifico il fatto che molti governi e molti imam spingano per la distruzione delle chiese (in Arabia Saudita, ndr)”. “Se un uomo chiede alla moglie di avere un rapporto sessuale, la donna deve esaudire il desiderio dell’uomo anche se si trova in un forno cocente” dice l’uomo alla stupefatta giornalista.

“Sua moglie è infibulata?” chiede la giornalista. “Certo” risponde Muhammad. “E le sue figlie? Lo farà anche a loro?” “Ma sicuramente” è la risposta dell’uomo.
“L’Islam moderato è un’innovazione (…) e tutte le innovazioni sono come fuoco, e finiranno nel fuoco”: sono le sue inquietanti parole.
Il video completo dell’intervista si trova qui.