“Tedeschi nazisti”, Merkel furiosa con Erdogan: “Adesso basta!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:31

“I paragoni con i metodi nazisti formulati dai dirigenti turchi quando parlano di decisioni prese dal governo tedesco devono cessare senza se e senza ma”. E’ apparsa molto infastidita Angela Merkel, che nel corso della conferenza stampa con il premier giapponese Shinzo Abe ad Amburgo ha tuonato contro Erdogan. La cancelliera ha deciso di non tollerare ulteriormente gli attacchi provenienti dal leader turco, che negli ultimi giorni si è più volto rivolto alla Germania con l’appellativo di “nazista”, aggiungendo che la Merkel “sostiene le organizzazioni terroristiche”.

Erdogan si riferiva al caso del giornalista turco-tedesco della Die Welt, Deniz Yucel, in carcere in Turchia. “Grazie a Dio è stato arrestato e tu ci stai chiedendo indietro un agente terrorista“, aveva detto Erdogan, sottolineando che sarà processato da un sistema giudiziario “indipendente”.

Date le ultime dichiarazioni di Erdogan, la Merkel ha annunciato la possibilità di proibire l’ingresso in Germania ai politici turchi. “Il governo si riserva il diritto di riesaminare le autorizzazioni”, ha precisato la Cancelliera.

Parole di sdegno per le affermazioni di Erdogan sono giunte anche dal ministro degli esteri tedesco Sigmar Gabriel. “Siamo tolleranti, ma non siamo degli imbecilli – ha detto Gabriel – Ho fatto sapere molto chiaramente al mio omologo turco che con quelle dichiarazioni è stato oltrepassato un limite”.