India, bimbo nasce deforme e la madre lo rifiuta: “E’ un alieno”

Incredulità e sgomento, in un villaggio indiano, dopo la nascita di un bambino affetto da gravi malformazioni genetiche. Il picciolo, in un primo momento rifiutato dalla stessa madre che non aveva voluto allattarlo perchè “alieno”, è venuto al mondo con un’evidente microcefalia e un abbozzo di “terzo occhio” sulla sommità del cranio. Inoltre, il neonato presenta un’anomalo ispessimento della pelle che ha contorto il corpicino in una specie di forma ‘rigida’.

Per tutte queste caratteristiche, gli abitanti del villaggio hanno iniziato a ritenere che, quel piccolo dall’aspetto anomalo, fosse una reincarnazione di un Dio indù. Sono iniziati così i pellegrinaggi e gli omaggi della gente del posto. Anche la madre, Khalida Begum, di 35 anni, si è detta “ricreduta” dell’errore nel quale era incappata. Ultimo di quattro figli, il neonato è comunque condannato ad una vita tormentata. Nessuno, infatti, è in grado di dire con certezza quanto egli possa riuscire a vivere con tali deformità.