“Napoli è una fogna!”, bufera sul sindaco di Cantù. De Magistris: “Lo querelo”

“Napoli è una fogna!”. No, stavolta l’insulto nei confronti della città partenopea non viene da qualche tifoseria, bensì da un primo cittadino. Il sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero, ha così definito Napoli in un suo post su Facebook. Bizzozero ha voluto rispondere a quanto affermato dal leader della Lega Nord, Matteo Salvini, durante la trasmissione “Quarta Colonna” su Rete 4: “Napoli è casa mia”, aveva detto Salvini.

“Io avrei dovuto essere lì in trasmissione a quell’ora – si legge nel post pubblicato dal sindaco di Cantù – ma stranamente, verso le 15, mentre già ero a metà del viaggio per Roma, mi hanno telefonato dalla redazione per dirmi che sarei slittato nella seconda metà della trasmissione (cioè dopo la comparsata salviniana). Vi sembra un caso? A me per niente. Così il candidato premier naziunal partenopeo l’ho solo incrociato”.

“Lui usciva dallo studio ed io entravo e, confesso, che mi ha fatto una sola impressione: mi è sembrato molto basso, anzi, più che basso direi piccolo – incalza il sindaco – Un piccolo insignificante leaderuccio naziunal partenopeo che ha paura dei confronti pubblici con chi sa che lo metterebbe in difficoltà. Che un personaggio così insignificante rappresenti Napoli e la fogna italica non mi sorprende. Che rappresenti invece noi lombardi, mi sembra una nostra gravissima responsabilità”.

Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha già annunciato che querelerà Bizzozero. “E’ davvero vergognoso che un eletto del popolo possa permettersi di usare un linguaggio simile nei confronti della nostra città”, ha detto De Magistris.