Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Reggio Calabria, arrestato il boss mafioso Santo Vottari: era latitante da dieci anni

CONDIVIDI

È terminata, dopo quasi dieci anni, la sua latitanza. Santo Vottari, boss mafioso di Reggio Calabria, è stato trovato in un bunker nascosto a Ricciolino di Benestare, contrada a circa 20 km da Locri, dove ieri hanno sfilato 25mila persone contro le mafie. E lui, il boss del clan Vottari, considerato la punta di diamante del clan mafioso, è stato trovato il giorno seguente dai carabinieri del comando provinciale con l’aiuto dello squadrone Cacciatori.

L’uomo era considerato uno dei più pericolosi latitanti, ricercato anche dall’Europol. Secondo gli inquirenti, era uno dei nomi che avrebbe organizzato la sanguinosa Faida di San Luca, iniziata negli anni Novanta e culminata con la strage di Duisburg, a ferragosto del 2007. Si nascondeva dentro la sua casa, dove abitava tutta la sua famiglia, in un bunker sotterraneo al quale si accedeva attraverso una botola, nascosta dai muratori mafiosi.

Il latitante si è consegnato senza opporre resistenza, mentre il figlio del mafioso ha cercato di aggredire una giornalista della Rai, danneggiando la telecamera e insultandola pesantemente. Il procuratore capo della Dea, Federico Cafiero de Raho, ha commentato così l’operazione: “Si tratta di un’operazione importante che si associa alla grande manifestazione di ieri a Locri. La gente scende in strada contro la ‘ndrangheta, lo Stato arresta un grande latitante. Un attacco su tutti i fronti”.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore