Siria, bombardamento USA colpisce una scuola: uccisi 33 civili

Sarebbero 33 i civili siriani deceduti in seguito ad un bombardamento aereo che ha colpito una scuola dove erano ospitati nella provincia di Raqqa. A riferirlo è l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), che ha tenuto a precisare come il raid sembri – almeno apparentemente – compiuto dalla Coalizione internazionale anti-Isis a guida americana.

Sempre stando a quanto riferito dall’Ondus, il raid sarebbe avvenuto la notte scorsa sulla cittadina di Mansura, nell’ovest della provincia di Raqqa. Testimoni citati dalla stessa Ong affermano di aver visto estrarre da sotto le macerie della scuola 33 corpi senza vita e due feriti, prima che miliziani dell’Isis arrivassero sul posto e allontanassero tutti i civili presenti. Nella scuola avevano trovato alloggio temporaneo una quarantina di famiglie fuggite dai combattimenti in altri villaggi della provincia di Raqqa e da quelle di Homs e Aleppo.

Intanto prosegue l’avanzata delle forze americane e curde: l’esercito alleato è riuscito già a sottrarre ai jihadisti quattro villaggi nell’area di Tabka, interrompendo di fatto i collegamenti tra Raqqa e Aleppo. La città di Raqqa si trova tuttavia ancora una sessantina di chilometri a est del luogo dove sono intervenuti gli americani, in quella che sembra un’operazione limitata. L’obiettivo è garantire alle forze curde il controllo dell’area di Tabqa.