L’esordio di Sara Manfuso in tv: lei parla della difesa delle donne, i giornali della sua scollatura

Ha fatto l’esordio in tv nelle vesti di esponente del PD e pare che già in tanti se ne siano accorti: parliamo di Sara Manfuso, compagna di Alfredo D’Attorre (membro del nuovo progetto politico dei fuoriusciti del PD) e donna di notevole avvenenza, nonché ex modella.

E’ stata invitata come esponente del PD (e leader di un’associazione in difesa della donna) da Lilli Gruber a La7, in uno studio che vedeva – come altri ospiti – il leader di Possibile Pippo Civati (colui il quale ha anticipato D’Attorre & co. nell’uscita dal Partito Democratico) e il direttore de ‘Il Giornale’ Alessandro Sallusti.

E l’attenzione è così passata dai temi di cui s’è trattato durante il programma (il “vergognoso” caso di Paola Perego e l’inutile tabella per cui le donne dell’est sarebbero preferibile a quelle dell’ovest, ad esempio) alla scollatura della Manfuso: basti leggere ‘Libero’ o ‘Leggo’ che sul tema (e sulle presunte smorfie di Civati) hanno incentrato i propri articoli.

E sarebbe “vergognosa” la tabella del programma della Perego?

Di seguito, per allinearci a questa linea che si sofferma sulla beltà della Manfuso più che sulle sue qualità, vi postiamo alcune foto tratte dai suoi profilo social (invitandovi, però, a cercare di superare questo paradigma che vuole la donna bella ottenere l’attenzione solo per la sua parvenza):