Padova, donna si suicida gettandosi sotto al treno. Due anni fa aveva perso il figlio

Si sarebbe suicidata la donna che questa mattina è stata travolta e uccisa da un treno nei pressi della stazione di Abano Terme, comune del padovano.

Il fatto è accaduto stamane, poco prima delle 7, sui binari all’altezza della stazione di Abano Terme. La vittima si chiamava Nicoletta Barzon e aveva 56 anni. Stando a quanto riferito dalle forze dell’ordine che si sono recate sul posto per effettuare i rilevamenti e chiarire la dinamica dell’incidente, la donna si sarebbe lanciata sotto il treno proveniente da Padova e diretto a Bologna, che era in transito sul binario 2.

Secondo le prime ricostruzioni pare che ad accorgersi dell’accaduto sia stato il macchinista del treno proveniente da Bologna verso Padova. Restano ancora tutte da chiarire le motivazioni che hanno spinto Nicoletta Barzon a compiere il gesto estremo: nelle ultime ore sta prendendo sempre più corpo l’ipotesi di un suicidio per depressione, che sarebbe aumentata nel corso degli ultimi due anni dopo la scomparsa del figlio Andrea Malachin, a 30 anni, nel sonno avvenuta ad agosto 2015.

La donna era titolare del negozio di abbigliamento “Intimi Segreti” di via Vespucci ad Abano.

La circolazione dei treni è rimasta bloccata per circa un’ora e mezza. In seguito il tutto è ripreso normalmente.