Padova, imprenditore ucciso: arrestato il figlio

I carabinieri sembrano aver risolto il giallo relativo all’omicidio dell’imprenditore di Selvazzano, comune di 22.000 abitanti della provincia di Padova.

Enrico Boggian, 52 anni, è stato ritrovato senza vita nel pomeriggio di venerdì, ucciso da un colpo di pistola alla testa. Tuttavia, sul luogo del rinvenimento non era stata trovata l’arma del delitto.

I carabinieri, dopo aver interrogato per ore il figlio di Boggian in caserma, hanno deciso di arrestarlo per omicidio.

L’uomo abitava nella bifamiliare al civico 13/A di via Monte Santo, insieme alla moglie, al figlio maggiore e alla figlia più piccola di 13 anni. E’ stato proprio il figlio, rientrando nell’abitazione, a ritrovare il corpo senza vita del padre: l’adolescente ha raccontato di aver varcato la soglia di casa e, insospettito dal silenzio, sarebbe sceso al piano interrato, accedendo così alla taverna. Suo padre giaceva supino sul divano, con jeans, maglione e camicia ma senza scarpe. Il cuscino era inzuppato di sangue.

Il giovane ha raccontato di aver urlato con tutte le sue forze: le grida hanno richiamato l’attenzione della vicina di casa, che è giunta in suo soccorso e ha chiamato l’ambulanza. Ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. I carabinieri hanno successivamente interrogato il figlio, fino a raccogliere prove sufficienti per dichiararlo in arresto per omicidio.