Roma blindata per celebrazioni: tiratori scelti e allerta massima. Rischio scontri

Cinquemila tra poliziotti, carabinieri e guardia di finanza. Un centro operativo di monitoraggio con il supporto di mezzi ad alta tecnologia. Blindati dell’esercito, controlli ai pedoni, auto, camion e moto per tutto il perimetro d’accesso all’area cuscinetto attorno al corteo. Oltre a ciò, mille telecamere e cecchini della Questura.

Sono queste alcune delle misure di sicurezza che stamani hanno fatto svegliare la Capitale in un clima di massima allerta. Tutto pronto, sulla carta, per accogliere il summit celebrativo per il 60esimo anniversario dei Trattati di Roma. Attesi 40 capi di Stato con le rispettive delegazioni. Lo sguardo, però, oggi corre parallelamente anche alle manifestazioni di protesta alle quali la Prefettura stima possano arrivare a partecipare più di 25 mila persone.

Chiuse le fermate di piazza di Spagna, piazza Barberini e del Colosseo. Allo stesso modo, la serrata è stata imposta anche ai Fori Imperiali, ai Mercati di Traiano, alle Scuderie del Quirinale, al Teatro Marcello e al Teatro Argentina. I residenti sono autorizzati a transitare nelle zone interessate previa esibizione di documento, mentre i commercianti monitoreranno l’andamento della manifestazione tramite Whatsapp, al fine di conoscere tempestivamente eventuali deviazioni improvvisate.

Anche il 118 ha stilato un proprio piano d’intervento (Piemaf), con disposizioni per possibili smistamenti dei feriti negli ospedali più vicini alle zone attraversate dai cortei.

Tre, nello specifico, gli scaglioni di protesta della giornata. Alle 11 si partirà con la marcia Nostra Europa, la quale si muoverà da piazza Vittorio sino all’arco di Costantino. In parallelo ci sarà il corteo del Movimento federalista europeo. Secondo step sarà quello delle 14, il più temuto per il pericolo incidenti: 8 mila militanti di Eurostop si muoveranno sa Porta San Paolo sino alla Bocca della verità. In questo corteo si ritiene possano infiltrarsi gruppi di black-block. Alle 15, invece, il corteo di Azione Nazionale: da piazzale Esquilino a via dei Fori Imperiali.

Giuseppe Caretta