Si accascia a terra durante il match: morta giovane promessa del pugilato

Si è accasciato al suolo nel corso di un match e poco dopo è morto. E’ la tragedia avvenuta su un ring di pugilato nel corso di un match come tanti altri. Il giovane Ed Bilbey, 17 anni di Ripley, nel Derbyshire, era impegnato in un incontro ma improvvisamente la giovane promessa della boxe si è accasciata a terra e pochi minuti dopo è deceduto lasciando sotto shock l’allenatore ed i famigliari. Il giovane è stato soccorso immediatamente e trasportato in ospedale: i medici hanno fatto di tutto per provare a salvarlo ma a nulla è servito il loro intervento. La vicenda, raccontata dal quotidiano britannico Sun ha gettato nello sconforto l’intera comunità: è stato l’arbitro a notare che qualcosa non andava in Ed e ha interrotto immediatamente l’incontro. Un istante dopo il ragazzo è caduto a terra senza sensi.

L’allenatore dell’avversario ha spiegato che ‘non è stata una lotta brutale’ ma ‘una lotta competitiva tra due avversari ben abbinati’. Nonostante questo in tanti si sono espressi contro uno sport definito troppo violento per un ragazzo di soli 17 anni a causa del rischio di possibili lesioni. Tantissimi i messaggi di cordoglio di parenti, amici e dei concittadini, rivolti alla famiglia del giovane, il cui corpo verrà probabilmente sottoposto ad autopsia per individuare le cause esatte della sua morte.

Daniele Orlandi