Catania: bambino precipita da una scala per recuperare un pallone e muore

Una classica domenica in un paese italiano, un gruppo di bambini si stringe intorno ad un pallone e, sognando di essere in un vero stadio, da vita ad un incontro interminabile che solitamente si conclude con la voce rauca di un genitore che richiama a casa il proprietario del pallone. Il rituale era cominciato come da tradizione ieri pomeriggio anche ad Agira, paese dell’entroterra siciliano, ma ad un certo punto, un tiro troppo forte aveva oltrepassato i limiti fisici del campo improvvisato portando il pallone in cima ad una scala. Il bambino colpevole del fuoricampo è stato incaricato di riprendere il pallone, ma mentre lo portava giù è precipitato dalla scala subendo un politrauma, in particolare un trauma cerebrale.

I bambini sono entrati nel panico ed hanno chiamato i genitori, questi il soccorso, purtroppo l’ospedale più vicino si trovava a Catania e l’unico con l’elisoccorso era il Cannizzaro (95,8 km di distanza), Gli operatori del pronto soccorso hanno fatto il prima possibile e sono arrivati in ospedale alle 19:00. Il bambino è stato portato in stato d’urgenza al nosocomio, ma poco dopo lo sfortunato bambino, che aveva compiuto 10 anni a novembre, è deceduto per i traumi riportati. Sull’incidente stanno indagando i Carabinieri, ma con ogni probabilità l’indagine si concluderà con la conferma di decesso per fatalità.