Inghilterra, Teegan: la ragazza che ha rinnegato il padre jihadista ed ha detto no al burqa

In seguito all’attentato del 22 marzo a Westminster, i media locali hanno scavato affondo nella vita del killer di Londra Khalid Masood scoprendo che l’uomo nato nel Kent (quartieri a sud est di Londra) ha vissuto una vita da occidentale fino al 2002 quando ha abbracciato la religione musulmana e nel 2004  si è trasferito in Arabia Saudita convolando a seconde nozze con una giovane musulmana.

Il primo matrimonio con Jane Harvey risale al 1991, con la donna inglese c’è stata un’intensa relazione dalla quale sono nate due bambine, Andi (24 anni) e Teegan (18 anni). Proprio le due ragazze sono balzate agli onori della cronaca per via delle due differenti scelte di vita, una volta tornato a Londra nel 2009 Masood ha riallacciato i rapporti con le due figlie cercando di convertirle entrambe all’Islam, un tentativo riuscito a metà visto che la primogenita ha seguito gli insegnamenti del padre trasferendosi a casa sua ed indossando il velo integrale, mentre la più giovane Teegan ha deciso di intraprendere una strada diversa: in continuo contrasto con la visione assolutista ed estremista del padre, la ragazza ha rivendicato il proprio diritto di decidere da sola il suo vestiario e la sua vita.

Rifiutati gli ordini del padre di indossare il burqa ed assoggettarsi al suo controllo, la giovane e bella Teegan ha rivendicato la sua indipendenza prima presentandosi ad una festa studentesca con un abito da sera con scollature vertiginose, rivendicando la sua scelta mettendo la foto di quella sera sul proprio profilo Facebook. In questi giorni la foto di Teegan campeggia in tutti i quotidiani locali ed è diventata l’emblema della libertà della donna musulmana dall’opprimente controllo dell’estremismo islamico.