Angela Celentano, la cugina dal pm: “Nel ’96 sogna il rapimento della bambina”

Rosa Celentano, la cugina di Angela, la bimba scomparsa a tre anni nel 1996 durante un’escursione sul monte Faito a Napoli, è stata interrogata per oltre tre ore dal pm. La ragazza, che oggi ha 34 anni, quando sono accaduti i fatti aveva 13 anni, ed ha raccontato nei giorni dopo la scomparsa di aver sognato, 24 ore prima della scomparsa della bambina, che la bambina veniva rapita da sconosciuti.

Per questo motivo la donna è stata sentita, come persona informata dei fatti, dal pm Sergio Raimondi. Sul contenuto della conversazione della giovane, però, gli inquirenti non aprono bocca e mantengono il riserbo più assoluto. “La Procura vuole ripercorrere tutte le tappe della vicenda, alla luce delle novità emerse sul caso della scomparsa di Angela, tenendo conto anche delle sopravvenute tecniche investigative rispetto ai giorni seguenti la sparizione della bambina” ha sostenuto il legale della famiglia, Luigi Ferrandino, che ha accompagnato la donna fino in Procura.

Probabile che questo sogno, avuto dalla cugina quando era ragazzina, possa essere stato anche il risultato di un condizionamento, magari una frase, una conversazione sentita di sfuggita fra adulti. Forse qualcosa che potrà fare luce sulla scomparsa della bambina, che sembra essere stata inghiottita nel nulla.