Diletta Leotta si racconta: “A sei anni già intervistavo i miei cugini”

L’ultimo anno professionale per Diletta Leotta è stato un successo ed insieme un processo mediatico: prima è arrivata la promozione da semplice conduttrice di SkySport 24 a conduttrice della rubrica di Serie B, poi i complimenti e gli apprezzamenti sia della stampa nazionale ed internazionale che degli appassionati di sport che si sono resi conto che oltre allo strepitoso fisico c’era anche una competenza della materia notevole.

Tutto quanto di buono fatto vedere in un anno di duro lavoro è stato modificato da un semplice evento, la pubblicazione di alcuni scatti privati bollenti. Se da un lato le foto osé hanno aumentato l’idolatria da parte di alcuni tifosi di Diletta, dall’altro hanno attirato l’invidia e la critica di altri che l’hanno etichettata come arrampicatrice sociale ed opportunista. In un intervista rilasciata ad ‘Oggi‘, la bella presentatrice si è raccontata partendo proprio dalle recenti critiche legate alla partecipazione a Sanremo: “Solo chi mi vuole male può pensare che ne abbia tratto vantaggio. Purtroppo, quando ti metti davanti a una telecamera ti esponi anche a questo: se non passi inosservata, o stai simpatica o stai antipatica”.

Durante l’intervista la bella Diletta ha avuto modo di smentire le voci che vorrebbero sminuire il suo aspetto fisico facendola apparire un prodotto della chirurgia estetica e quelle che vedono opportuno il suo matrimonio con il manager di Sky, Matteo Mammi: “L’amore se ti capita lo vivi, se stai bene non te le fai queste domande. E poi anche le mie amiche coetanee sono tutte sposate, alcune con figli. Ho una famiglia numerosa e mi piacerebbe averne una mia, come tutte le ragazze“.

Nonostante le malelingue il futuro professionale della giovane catanese sembra piuttosto roseo e pensare che tutto è cominciato da una spiaggia, quasi per gioco: “A sei anni già intervistavo i miei cugini, con mio zio che filmava e a 14 la prima trasmissione per Antenna Sicilia, Playa Bonita: intervistavamo le persone in spiaggia d’estate”.