Dusseldorf, la bufala del musulmano che ha stuprato una 90enne in Chiesa

Ha fatto rapidamente il giro della rete la notizia riguardante un marocchino, di confessione musulmana, che avrebbe tentato di derubare una signora 90enne e successivamente avrebbe abusato di lei all’interno di una Chiesa di Dusseldorf.

Le forze dell’ordine sarebbero riuscite a risalire all’identità grazie a delle “tracce organiche” rinvenute sull’anziana. In sostanza, il marocchino sarebbe stato smascherato dalla prova del DNA, che ha permesso di scoprire anche un altro crimine commesso dallo stesso in passato.

Chiaramente, la notizia è falsa ed è solo una delle tante bufale riguardanti la comunità musulmana. La notizia ha trovato ampio risalto in particolare su un sito particolarmente dedito alle cosiddette “fake news”, in particolare quelle riguardanti proprio l’Islam. Nessun quotidiano tedesco, neppure quelli di secondo piano o locali, ha riportato la notizia, che pure avrebbe dovuto suscitare un grande sdegno nell’opinione pubblica.

Il pezzo è il classico articolo montato ad arte per “avvelenare i pozzi”, ossia per far risaltare l’acredine nei confronti dell’altro, in questo caso dei musulmani e più in generale dei migranti.

Anche in Germania, così come in Italia, esistono questi siti ‘bufala’: la notizia fasulla è stata ripresa anche da alcuni siti del nostro Paese particolarmente noti per questa tecnica.