29 Marzo 2017: si festeggia il Beato Bertoldo del Monte Carmelo

Il 29 Marzo la Chiesa Cattolica venera il Beato Bertoldo, Priore generale dell’ordine dei Carmelitani.

Nato intorno al 1230 nel sud della Francia Bertoldo, al secolo Bartolomeo Avogrado, era un soldato di nobili natali giunto come crociato in Terra Santa, ove restò per difendere i cristiani dall’attacco dei Saraceni; ivi infatti ebbe una visione, nella quale vide portare in cielo dagli angeli le anime di molti carmelitani uccisi dai saraceni.

Dunque Bertoldo, durante una battaglia ad Antiochia, fece voto di consacrarsi alla vita religiosa se l’esercito crociato fosse stato liberato dall’assedio.

Intorno al 1154 si recò in Palestina sul Monte Carmelo e qui, abbracciata la vita monastica, nel 1188 divenne priore di una comunità dedita all’adorazione del profeta Elia e della Vergine Maria, la stessa che avrebbe poi dato vita all’ordine dei Padri Carmelitani, devoti alla Beata Vergine del Monte Carmelo.

Nel tempo si è fatta molta confusione tra i vari monaci residenti sul Monte Carmelo di nome Bertoldo; nel catalogo dei santi carmelitani, ad esempio, Bertoldo di Malefaida è considerato il primo priore generale dell’ordine e il “nostro” Bertoldo passa al quarto posto.

Inoltre, nel 1185, il monaco greco Phocas, che aveva visitato la comunità del Monte Carmelo, scrisse di avervi incontrato un monaco di nome Bertoldo proveniente dalla Calabria, ma qui si riferiva a un monaco greco che si trovava su quello stesso monte, presso un’altra comunità. Talvolta, tuttavia, i due personaggi vengono erroneamente identificati.

Ad ogni modo Bertoldo guidò i Carmelitani in Palestina per circa mezzo secolo, almeno fino al 1195, anno della sua morte.

Il santo è rappresentato iconograficamente in abito carmelitano, con un libro e una spada, oppure mentre ha la visione dei martiri.

MDM