Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Carne di cane e di gatto vietata nei menù negli USA: vittoria degli animalisti

CONDIVIDI

Gli animalisti sono riusciti a cancellare dal menù negli Stati Uniti la carne di cane o di gatto. Sembra incredibile, ma c’erano persone che usavano la carne degli animali domestici per cucinare delle pietanze. La legge ha finalmente deciso di bandire ufficialmente questa usanza. Grande l’esultanza degli animalisti. Nina Jackel, leader dell’organizzazione animalista LCA, ha sostenuto: “Le persone uccidono cani e gatti per mangiarli in 44 Stati in America, la prova è nascosta ma la pratica continua”.

Secondo Davide Turrini del Fatto Quotidiano, fino al sette marzo (giorno nel quale la legge è stata firmata) “l’utilizzo di carne di cane e gatto in cucina non era formalmente proibita ad eccezione di alcuni Stati quali Virginia, California, Hawaii, New York, Georgia e Michigan.”. Adesso però, con questa legge in vigore, ogni tipo di dubbio è fugato: non sarà più possibile cucinare carne di cani e di gatti, che sono quindi solo animali d’affezione.

Curioso anche il caso della legislazione italiana rispetto all’ipotesi dell’uso della carne di cane e gatto per cibarsi. Non esiste una vere e propria norma che ne vieti l’atto in sè, ma si ricorre da un lato al dare per scontato che sia più una pratica alimentare consueta; dall’altro vige una regolamentazione indiretta che mette insieme l’articolo del codice penale 544 ter, sulla punizione verso chi maltratta gli animali, e il generico impianto della legge quadro 281/1991 sulle tutele degli animali d’affezione”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram