Omicidio Yara, il 30 giugno il processo d’appello per Bossetti

Dopo la condanna all’ergastolo in primo grado, è il momento del processo d’appello per Massimo Bossetti, il muratore della provincia di Bergamo accusato della morte della piccola di Yara Gambirasio: la data fissata è per il 30 giugno, quando Bossetti – che si è sempre dichiarato innocente – si dovrà presentare davanti alla Corte di Brescia.

I legali di Bossetti continueranno – come già fatto durante il dibattimento che ha portato alla condanna all’ergastolo – a contestare la validità del test del Dna, secondo il quale sugli slip di Yara sarebbe stato ritrovato del codice genetico compatibile con quello del muratore bergamasco.

Massimo Bossetti è in carcere dal 16 giugno 2014: fu fermato una volta stabilita la corrispondenza del proprio Dna con quello che fino quel momento era stato attribuito a ‘Ignoto 1’.