Si è spento questa mattina Fausto Mesolella, voce e chitarra degli Avion Travel

Un malore improvviso ha ucciso questa mattina a Caserta Fausto Mesolella, chitarrista, cantante, compositore ed membro degli ‘Avion Travel’ (piccola orchestra con la quale ha vinto Sanremo nel 2000) con la passione per la musica nel sangue sin da quando aveva 12 anni ed ha avuto il colpo di fulmine per la chitarra, strumento che non ha mai abbandonato per 50 anni.

Nato a Caserta nel 1952, Fausto ha subito mostrato una forte passione per la musica che è stata incoraggiata dai suoi genitori con l’acquisto di una chitarra, da quel momento in poi la sua passione si è trasformata in un legame indissolubile. Le esperienze giovanili in gruppi musicali come i ‘Condor’ ed ‘Coronilla Varia’, hanno permesso a Fausto di farsi conoscere ed apprezzare nell’ambiente musicale campano, così sono arrivate le collaborazioni con i ‘Prima Pagina‘ e la piccola orchestra di Augusto Martelli, tappe necessarie per arrivare a quello che è stato il suo gruppo storico e che gli ha permesso di ricevere grandi soddisfazioni professionali, gli ‘Avion Travel’.

Se la sua carriera come musicista e voce è conosciuta dai più, quella come compositore è meno nota, ma non per questo meno apprezzata, nel corso degli anni Mesolella è stato il compositore di alcuni tra i più grandi artisti d’Italia: Andrea Bocelli, Gian Maria Testa, Fiorella Mannoia, Tricarico, Maria Nazionale sono solo alcuni dei cantanti per cui ha scritto. Al lavoro come compositore si aggiungono anche le collaborazioni con decine e decine di musicisti e cantanti ( Samuele Bersani e Gianna Nannini ad esempio) che completano il quadro di un artista a tutto tondo che ha fatto la storia della musica italiana.