Attentato a San Pietroburgo: condivise le prime immagini della metropolitana

Il fragore di un esplosione, una nube di polvere, le urla di dolore e di paura ed infine la certezza che per l’ennesima volta un ordigno ha turbato la serenità di una città europea nel pieno svolgimento della propria routinaria quotidianità. Al momento le uniche informazioni che ci sono giunte parlano dell’esplosione, appunto, di una decina di morti ed oltre cinquanta feriti, ma nulla sulle motivazioni dell’attacco o su una possibile rivendicazione da parte di un gruppo terroristico affiliato all‘Isis.

mentre i cittadini scossi cercano di recuperare la serenità, la polizia sovietica sta indagando sull’accaduto per capire l’origine dell’esplosione e la dinamica dell’attentato. Per facilitare le operazioni di investigazione, le autorità hanno fatto defluire i passeggeri, soccorso i feriti e chiuso la metro. Putin, che si trovava a San Pietroburgo durante l’attacco, ha rilasciato una breve dichiarazione ai media locali dove dice: “Le cause di questo evento non sono ancora state chiarite, è troppo presto per parlarne. Le investigazioni ci permetteranno di venirne a caso. Al momento non si escludono motivazioni di alcun tipo“.

In attesa che vengano diffuse ulteriori notizie riguardanti l’attacco sono state diffuse le prime immagini della metropolitana colpita dall’ordigno