Empoli, paziente ruba l’ambulanza e fugge per 150 km: fermato in autostrada

L’ambulanza era giunta sul posto per portargli i soccorsi richiesti, ma lui ha rubato il mezzo e si è lanciato in una lunga fuga, fino ad imboccare ‘l’autostrada, per un ‘viaggio’ di circa 150 chilometri. Finchè, all’altezza di Chiusi (Siena), non è stato fermato dagli agenti.

Questa incredibile storia viene da Empoli, e il protagonista è un uomo di 34 anni affetto da una grave patologica psichica e residente proprio nella cittadina toscana.

Ai familiari aveva detto che avrebbe voluto raggiungere Roma per denunciare un traffico di stupefacenti. Erano stati proprio i congiunti a chiedere l’intervento del 118 per via della sua patologia. Ma all’arrivo dell’ambulanza, il 34enne è sceso in strada, è salito sul mezzo e lo ha messo in moto girando le chiavi lasciate nel cruscotto: l’autista ha provato a dissuaderlo anche aggrappandosi allo sportello ma senza successo.

Le forze dell’ordine sono riuscite a rintracciarlo e bloccarlo grazie al segnale GPS. Per precauzione la Polstrada ha pure chiesto ad Autostrade per l’Italia di mettere dietro le pattuglie un veicolo della manutenzione per segnalare l’eventuale pericolo alle auto in arrivo e non farle sorpassare. L’uomo è stato condotto in caserma dove è stato denunciato per furto. Il 34enne non è nuovo a queste ‘bravate’: alcuni anni fa, a Caserta, era riuscito a rubare un bus andandosi a schiantare contro il muro di una chiesa, dopo aver speronato altre auto e divelto la segnaletica.