Inghilterra: pedofilo arrestato per aver mandato una foto del suo pene ad un quattordicenne

Paedophile Hunter, programma televisivo britannico, ha messo a segno un altro colpo incastrando un giovane uomo per tentata pedofilia ai danni di un ragazzo di 14 anni. L’uomo, Callum McBrearty, ha cominciato a chattare con il quattordicenne su ‘Grinder‘, dopo pochi minuti di conversazione lo ha cominciato a molestare facendo allusioni sessuali e proponendogli immagini del suo pene. Non contento ha chiesto al presunto adolescente una foto del suo pene in cambio ed infine si è accordato per un appuntamento al Mc Donald nel quale avrebbe avuto luogo un rapporto sessuale tra i due.

Per sua sfortuna all’arrivo al Mc Donald, l’uomo si è trovato di fronte i due conduttori di Paedophile Hunter e dopo essere stato ripreso si è dovuto difendere in tribunale dalle accuse pedofilia e tentato approccio sessuale con un minore. Oggi la corte di Southwark si è pronunciata in giudizio condannando l’imputato ad otto mesi di prigione, due anni di deferimento dalle attività pubbliche e 5 anni di iscrizione nella lista dei criminali sessuali.

La dura sentenza, sebbene non esistesse nessun adolescente e non ci fossero casi precedenti attribuibili all’imputato, è stata motivata dal giudice Deborah Taylor in questo modo: “Hai preso contatto e iniziato una conversazione sessuale esplicita con un ragazzo che credevi avesse 14 anni“, questo atteggiamento per la corte dimostra che l’uomo premeditava un incontro sessuale con un minorenne senza alcuna remora e che se ci fosse stato un ragazzo dall’altra parte della conversazione il rapporto sessuale si sarebbe consumato senza alcun dubbio.