Dramma sulla metro B a Roma: ragazzo si lancia sui binari, e muore in ospedale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:20

Un ragazzo di soli 28 anni è morto ieri mattina, dopo essersi lanciato sulla metro B di Roma. Il giovane si è lanciato sul tratto della metro Basilica San Paolo-Monti Tiburtini. Il macchinista ha sostenuto di aver visto il giovane lanciarsi sotto il treno appena questi stava arrivando in stazione, e di aver subito azionato il freno d’emergenza. Purtroppo però non è riuscito ad evitare che il convoglio investisse comunque il ragazzo.

La polizia prenderà visione delle telecamere per avere riscontro di quello che dicono le testimonianze, ovvero che si è trattato di un gesto volontario e non di un tragico incidente. Le videocamere di sorveglianza potrebbero aiutare nella ricostruzione di questo tragico incidente, che potrebbe essere stato un suicidio. Il fatto è che le testimonianze dei presenti sono contrastanti, non si riesce a comprendere se il giovane sia caduto sui binari o vi si sia lanciato. Il fatto è avvenuto ieri attorno alle 9.30 di martedì mattina.

Il ragazzo si è gettato sotto la metro ieri mattina, e subito la circolazione dei treni è stata bloccata per soccorrere il giovane. I vigili del fuoco sono riusciti a liberarlo, e l’hanno portato in codice rosso all’Umberto I. Ma non è servito a nulla: dopo qualche ora, infatti, il 28enne è spirato. Sul corpo del giovane sarà disposta l’autopsia.