India: trovata una bambina di 8 anni tra un branco di scimmie dell’Uttar Pradesh

Abbandonata al suo destino in una foresta pericolosa, una bambina indiana ha trovato rifugio in un branco di scimmie che l’ha adottata e cresciuta come se fosse una di loro. No, non si tratta della sinossi di una rivisitazione cinematografica di ‘Mowgli‘ al femminile, bensì di quanto scoperto dalle autorità indiane nella foresta dell’Uttar Pradesh.

La bambina, circa 8 anni, è stata avvistata per la prima volta due mesi fa da un poliziotto indiano che aveva pensato di aver avuto un allucinazione, in quella occasione la bambina gli è passata per un’istante davanti agli occhi prima di essere nascosta dalle scimmie. Ieri un gruppo di agenti che perlustrava la foresta è stato accolto dalle scimmie e dalla bambina con un atteggiamento ostile, hanno cercato di spaventare gli “Invasori” emettendo delle grida.

Una volta identificata la bambina gli agenti hanno provveduto a riportarla nella civiltà, nonostante le resistenze della piccola, infatti, il il vice-ispettore Suresh Yadav è riuscito alla fine a prendere la piccola e condurla fuori dalla foresta. Dato lo stato brado in cui è stata costretta a vivere la bambina in questi anni è stato necessario portarla in ospedale per degli accertamenti. Una volta verificato lo stato di salute della piccola Mowgli, verrà affidata ad una struttura competente che si occuperà del reintegro in società.