Filippine: violenta scossa di terremoto spaventa l’arcipelago

Una violenta scossa di terremoto, di magnitudo 5,9, ha colpito oggi una zona vicino Talaga, a sud di Manila, nele Filippine. Il sisma è stato avvertito da circa 20 milioni di persone, avendo avuto una profondità di 42,7 km ed avendo avuto il suo epicentro ad appena un chilometro dalla città più vicina.

L’United States Geological Survey (USGS) ha però immediatamente tranquillizzato la popolazione informandola che non vi è in corso alcun allarme tsunami. Molte evacuazioni sono in corso nelle zone più colpite dal terremoto. Giungono notizie che parlano di gente in strada anche nella capitale Manila. Le scosse hanno avuto una frequenza molto breve, sviluppatasi attorno ad un lasso di tempo di circa 20 minuti, ed hanno avuto un’intensità oscillante tra i 5,0 e i 5,9 gradi della scala richter.

Non si registrano feriti nè vittime, anche se sembrano ingenti i danni agli edifici. Alcune frane sono state segnalate a ridosso del Monte Maulot, situato nelle vicinanze dell’epicentro sismico.