Veicoli come arma primaria dei terroristi, ci spiega il perché il Dottor Evan Lawrence

Durante gli ultimi anni, diversi sono stati gli attacchi terroristici a bordo di mezzi di trasporto come auto e furgoni; dopo Nizza, Berlino e Londra, l’ultimo attacco ha colpito ieri la capitale della Svezia, Stoccolma. Il modus operandi del terrorista è molto simile a quello utilizzato per le altre città, rubando un veicolo di dimensioni ragguardevoli per poi schiantarsi in luoghi affollati con la volontà di mietere più vittime possibili.

Il Dottor Evan Lawrence , esperto in terrorismo e relazioni internazionali all’University of Central Lancashire, ha spiegato a metro.co.uk il motivo per cui gli attentati attraverso mezzi di trasporto stanno diventando così popolari tra le cellule terroristiche dell’ISIS: “Non ci sono ingenti somme di denaro da dover sborsare, nessun piano da mettere in pratica né comunicazione di sorta”. Il professore ha continuato dicendo che “Ciò che abbiamo visto negli ultimi mesi non sono altro che la conseguenza delle incentivazioni da parte dell’ISIS nell’utilizzare qualunque genere di cosa per attuare atti di terrorismo, dalle macchine ai coltelli di casa”.

L’unico consiglio che può dare il professore è, qualora qualcuno si trovasse in una situazione come quella di Stoccolma, di correre e rifugiarsi in un luogo sicuro il più in fretta possibile.

Mario Barba