Milano, arrestato nonno “pusher”. Lui si giustifica: “Come faccio a vivere con 500 euro?”

“Secondo voi con 5oo euro di pensione come faccio a vivere?”. Ha detto questo alle forze dell’ordine il “nonno pusher” per giustificare la sua attività criminosa.

A Milano, infatti, questo signore 80enne aveva deciso di cominciare a spacciare droga “per arrotondare”. I primi sospetti sono venuti ai vicini di casa dell’anziano, che avevano notato uno strano viavai di persone che sostavano sotto il suo balcone al primo piano di una palazzina di Corsico.

L’80enne nascondeva la sostanza stupefacente all’interno del flacone delle bolle di sapone di proprietà del nipotino. Secondo la ricostruzione dei fatti operata dai carabinieri della stazione di Corsico, l’anziano signore occultava in questo modo la droga per poi spacciarla dal balcone di casa.

Quando le forze dell’ordine si sono recate nel suo appartamento, l’80enne li ha accolti tranquillamente. I militari hanno perquisito l’abitazione finchè non hanno trovato la sostanza stupefacente nascosta in un paio di scarponcini riposti nella scarpiera. Come in una matrioska, dentro alle scarpe c’erano un flacone di bolle di sapone di quelli usati dai bambini e un tubetto di aspirine.

“Ho trovato un modo per arrotondare”, ha provato a giustificarsi l’anziano con le forze dell’ordine. Dopo il giudizio in direttissima, l’uomo è stato scarcerato ed ha l’obbligo di firma.