Stoccolma, identificate le vittime dell’attentato: c’è anche una bambina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:50

Due cittadini svedesi, un britannico e una donna belga: sono queste le vittime accertate dell’attentato messo a segno a Stoccolma, in Svezia, dove un uomo si è impossessato di un tir e ha seminato panico e morte nel centro della capitale nordica.

Tra le vittime risulta esserci, purtroppo, anche una bambina di soli 11 anni.

La polizia locale ha inoltre reso noto che i feriti totali a causa dell’azione terroristica sono quindici: dieci di loro sono ancora ricoverati in ospedale, e quattro sarebbero in gravi condizioni. Tra loro ci sarebbe anche un bambino.

“Abbiamo confermato le identità delle vittime, le famiglie sono state avvisate”, ha detto il funzionario di polizia Jan Evensson.

Oggi il Tribunale ha convalidato l’arresto di un secondo sospetto che era stato fermato nella giornata di ieri. La polizia ha fatto inoltre sapere che altre cinque persone restano in custodia.

Intanto divampano le polemiche per i dettagli che stanno emergendo in merito all’attentatore, un 39enne originario dell’Uzbekistan. L’uomo, infatti, aveva fatto richiesta per un permesso di soggiorno in Svezia nel 2014. “Aveva presentato una domanda per un permesso di soggiorno che è stata respinta nel 2016”, hanno fatto sapere le autorità svedesi. A bordo del camion gli agenti hanno anche trovato un ordigno artigianale, probabilmente carico di liquido infiammabile che non si è innescato.