Cade dal 20esimo piano di un grattacielo: giallo sulla morte di una insegnante in Cina

Aveva solo 28 anni, Carlotta Portieri, l’insegnante originaria di Adria, provincia di Rovigo, che lunedì è caduta dal ventesimo piano di un grattacielo in Cina. La ragazza si trovava in Cina da un anno e mezzo ed insegnava in un istituto scolastico. Viveva col fidanzato, lui che l’ha trovata senza vita a terra ed ha lanciato l’allarme.

La 28enne, laureata in Lingue ed istituzioni economiche e giuridiche dell’Asia e dell’Africa Mediterranea alla Ca’ Foscari di Venezia, aveva trovato lavoro come maestra in Cina: un sogno che si avverava, per lei. Le autorità cinesi stanno indagando per cercare di ricostruire l’accaduto, che per ora è immerso nel mistero. Il padre della ragazza, Andrea Portieri, 60 anni, ha detto: “dopo circa un anno e mezzo di permanenza in Cina ad insegnare italiano, Carlotta era rientrata in Italia lo scorso febbraio per poi ripartire. Doveva ritornare in famiglia a luglio”.

Sulla morte della 28enne è ancora campo aperto. E’ avvolta nel mistero la sua morte, che adesso è ancora sotto controllo da parte degli investigatori. Condoglianze alla famiglia dal sindaco di Andria: “Andrea Portieri è una persona straordinaria e ora si trova a vivere una prova durissima. In questo momento così difficile, esprimo la mia vicinanza più sincera a lui e ai suoi familiari, ribadendo il legame di assoluta stima e amicizia verso un uomo di grandi qualità”.