Crisi nordcoreana: la “Invicibile Armada” di Trump è pronta all’attacco

La crisi nord coreana si acuisce dopo le ultime dichiarazioni di Donald Trump, il presidente USA ha informato il paese asiatico che oltre la portaerei a largo della Nord Corea sono stati inviati anche dei sottomarini a propulsione nucleare e che quella che il Tycoon ha definito ‘Armada’ (in ricordo dell’invicibile armada spagnola) è pronta ad intervenire con bombardamenti dalla costa e tramite raid aerei (raid che sono già cominciati).

Nel frattempo gli alleati dell’america stanno preparando le contromisure necessarie ad un eventuale attacco degli USA in Corea del Nord, la Cina, dichiaratasi sempre favorevole ad una risoluzione pacifica, sta schierando 150.000 soldati al confine con la Corea per accogliere gli inevitabili profughi che un attacco americano causerebbe. Il Giappone, invece, è pronto ad offrire un supporto militare agli alleati americani ed ha già schierato la propria flotta navale entro i confini del mare del Giappone.

Il ministro degli esteri coreano ha dichiarato pubblicamente che la decisione di Trump di schierare la flotta è un affronto inaccettabile che potrebbe portare a conseguenze catastrofiche. Nel frattempo sembra che il governo di Pyongyang stia approvando un nuovo test missilistico, questa volta con testate nucleari, una decisione che se portata avanti porterà con ogni probabilità all’attacco delle truppe statunitensi.