Foggia, bacchettano gli alunni e li offendono: arrestate quattro maestre

Quattro maestre sono state arrestate a Foggia, dopo che sono stati appurati alcuni maltrattamenti ai quali hanno sottoposto i ragazzi. Le maestre avrebbero preso per i capelli gli alunni, li avrebbero offesi, e addirittura bacchettati in testa. Le vittime dei maltrattamenti erano alunni di età compresa fra i 9 ed i 10 anni, quattro in tutto, che erano iscritti ad una scuola elementare in provincia di Foggia.

Le maestre adesso si trovano agli arresti domiciliari. Tutto sarebbe iniziato a ottobre, dalla denuncia del padre di uno dei bambini, un alunno di quarta elementare. Inoltre nei mesi seguenti alcuni bambini furono trasferiti dai loro genitori in altre scuole. Subito dopo la denuncia, i carabinieri piazzarono delle telecamere che hanno registrato le violenze delle maestre sui loro alunni durante le lezioni. Altre tre maestre, oltre a quella denunciata dal padre del bimbo, erano responsabili delle violenze sui piccoli alunni, sia fisiche che psicologiche.

Le maestre avrebbero anche costretto un bimbo a dire ‘io sono basso e bugiardo’ di fronte ai suoi compagni di classe. Venivano apostrofati con frasi come ‘fai schifo’ ‘hai il cuore cattivo’. In almeno un’occasione una maestra avrebbe trascinato fuori dalla classe per un braccio uno degli alunni, apostrofandolo in malo modo.