Milano, degli immigrati feriscono dei militari di fronte alla stazione centrale

Secondo quanto riferito dalle fonti di informazione di Milano, alcuni immigrati avrebbero aggredito un militare ed un carabiniere di fronte alla stazione del capoluogo meneghino. E’ avvenuto oggi, a Milano. La prima ricostruzione vedrebbe un ragazzo sui 25 anni avvicinare un militare che si trovava in strada per l’operazione Strade Sicure.

Il 25enne, che sarebbe affetto da problemi psichici, ha messo le mani al collo del militare e quindi lo ha preso a calci e pugni. Alcuni carabinieri sono intervenuti per sedare la rivolta, dato che nel frattempo altri extracomunitari, due per la precisione, hanno cominciato a scagliare addosso ai militari vari oggetti, mentre le forze dell’ordine stavano catturando il primo degli aggressori. Alla fine, un carabiniere ed un militare sono rimasti leggermente feriti, uno da un colpo di bottiglia mentre cercava di mantenere la calma fra il gruppo di immigrati.

La denuncia dell’episodio di violenza è giunta dall’assessore Luca tepore, che ha scritto sui social un post indignato: “Ennesima rissa in Stazione Centrale. senza parole….. dopo pochi mesi accanto al presidio dei militari. immigrazione fuori controllo…”. Secondo Lepore si tratta di “scene di ordinaria follia e quotidiano degrado in cui la città è abbandonata”. Il riferimento è alla violenta rissa fra migranti avvenuta a Milano ad ottobre.