Udine, ghanese trovato morto all’interno di un palazzo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:17

Viveva al centro di Udine, esattamente nel palazzo dove è stato ritrovato il suo corpo ormai esanime. Kwasi Acheampong, 34 anni ghanese, è stato rinvenuto sul pavimento, appoggiato alla porta d’ingresso del condominio dove si trovava il suo appartamento, in Via Muratti.

Stando ai primi rilevamenti effettuati dalle forze dell’ordine, sembra che il 34enne sia morto a causa di una coltellata.

A dare l’allarme è stato un suo connazionale, che non è riuscito ad entrare in casa a causa della presenza del corpo di Acheampong che impediva l’ingresso nel palazzo. Si è reso quindi necessario l’intervento dei vigili del fuoco, che hanno sfondato la porta d’ingresso e scoperto così il corpo senza vita del ghanese.

Ad uccidere Acheampong sarebbe stato un solo colpo, inferto con precisione al petto: l’arma è stata rinvenuta all’interno dell’appartamento della vittima.

Sul posto si è recato il pm di turno, Luca Olivotto, assieme al medico legale, Lorenzo Desinan, 118 e vigili del fuoco. Acheampong era arrivato in Italia nel 2011; dapprima aveva abitato a Vicenza poi dal novembre 2012 si era trasferito a Udine, dove ha ottenuto un permesso di soggiorno per motivi umanitari.

Il sindaco di Udine, Furio Honsell, si è detto fiducioso che il responsabile possa essere assicurato presto alla giustizia.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!