La “Nave dell’aborto” approda lungo le coste del Messico

La chiamano la “Nave dell’aborto“, una nave appunto, che dopo essere stata espulsa dal Guatemala dove stata prestando i suoi servigi, adesso si trova lungo le coste del Messico.

Il gruppo di cui è composto l’equipaggio, che si fa chiamare ‘Women on Waves‘ (letteralmente ‘Donne sulle onde‘), cerca di dare aiuto alle donne che vorrebbero abortire ma che sono impedite dalle leggi dello Stato in cui si trovano; così le persone presenti sulla nave faranno in modo di trovarsi in acque internazionali, dove non esistono leggi di nessuno Stato che possano contrastarli, dove possono operare in assoluta sicurezza.

Il termine “operare” non è realmente appropriato in quanto non viene effettuata nessuna operazione chirurgica all’interno della nave, quanto piuttosto vengono utilizzati medicinali con cui fare abortire in tutta sicurezza donne che sono, ad un massimo, di 10 settimane di gravidanza.

Nonostante in Messico l’aborto sia legale da qualche anno, la grande povertà che affligge il paese non permette a donne che non vivono nei pressi di Città del Messico, di avere dei trattamenti sicuri in caso di aborto; secondo quanto riportato, sono già 2 i casi di aborto avvenuti in maniera del tutto sicura a bordo della nave.

Mario Barba