Cile, scossa da 7.1 di magnitudo: paura nella popolazione ma nessun danno

Un violento terremoto di magnitudo 7.1 ha colpito stanotte (intorno alle 23.30 in Italia, le 18.30 nel luogo della scossa) l’area immediatamente davanti al Cile, causando tanta paura nella popolazione, già colpita da una forte scossa il giorno precedente: il terremoto ha portato con sé altre due scosse d’assestamento, che sono state percepite dalla popolazione.

Fortunatamente, nonostante l’epicentro sia stato in mare (a circa 35 chilometri dalla costa, ad una profondità di 10 chilometri), non è avvenuto alcuno tsunami: le stesse autorità cilene hanno immediatamente smentito il rischio, dopo aver preventivamente ordinato l’evacuazione dell’area di vicina a Valparaiso (a 97 km dalla capitale Santiago). Nonostante i momenti di panico vissuti dalla popolazione – e riportati da alcuni residenti, come narrato dal ‘The Guardian’ – lo tsunami non è giunto e la popolazione è potuta prontamente alle proprie abitazioni.

Ricordiamo come il Cile sia una zona fortemente sismica e come siano frequenti le scosse nell’area: nel 2010 un terremoto di 8.8 di magnitudo (con annesso tsunami) devastò alcuni paesi sulla costa, anche se il record rimane quello del 1960, con una scossa da 9.5 di magnitudo.