Livorno sotto choc: 18enne sale sul tetto di un treno e muore folgorato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:14

E’ salito sul tetto di un vagone ferroviario ed è morto folgorato dal cavo dell’alta tensione. E’ successo a Livorno, nel deposito merci della stazione centrale. Vittima di questa tragedia, nata con ogni probabilità da una semplice bravata, è un giovane di 18 anni, Giordano Cerro, studente di un istituto alberghiero romano e in città per uno stage assieme alla sua scuola.

Assieme a lui, ieri notte, c’era un amico di 17 anni, rimasto fortunatamente illeso. E’ stato proprio lui a dare l’allarme e a raccontare quanto accaduto. I due, in libera uscita dopo gli impegni scolastici della giornata, hanno deciso di scavalcare il muretto di recinzione del deposito ferroviario. Arrivati al binario 9, quello usato come scalo merci, hanno poi pensato bene di salire sul tetto di un vagone, non si sa bene con quale proposito. E’ stato proprio in quel frangente che il povero Giordano ha toccato accidentalmente un cavo dell’alta tensione con la testa, rimanendo folgorato all’istante.

Sul posto sono intervenuti immediatamente i volontari della Misericordia di Via Verdi assieme al medico ma per il giovane non c’era già più nulla da fare. Il compagno è stato accompagnato in ospedale in stato di choc.

Giuseppe Caretta