India: trovato sotto il letto del vicino il corpo della bambina scomparsa

Quattro giorni fa la piccola Harshitha è svanita all’improvviso dal giardino di fronte la sua abitazione a Bengaluru (cittadina della regione indiana di Karnataka) senza che nessuno avesse visto niente. Oggi, il suo corpo in decomposizione e putrefatto è stato trovato sotto il letto del vicino di casa, nascosto dentro una scatola, lo stesso che aveva aiutato i genitori ad organizzare le ricerche.

Il giorno della scomparsa i genitori di Harshitha erano in casa per sistemare alcune cose, mentre lei giocava fuori dall’abitazione, poi il frastuono di un tuono ha attirato i due che si sono affrettati a richiamare la figlia in casa. In quel momento si sono accorti che la bambina (6 anni) era scomparsa e sono usciti a cercarla nel vicinato, con la speranza che fosse entrata a casa di qualche amico. La sera stessa è stata formata una squadra di ricerca per battere a tappeto la foresta attorno alla cittadina, il primo ad offrirsi volontario per la ricerca è stato proprio il vicino di casa Anil, ultimo dei sospetti per un rapimento dato che abitava in casa con la moglie e due figlie.

Passano i giorni e si affievoliscono le speranze di trovare la piccola scomparsa, nel frattempo Anil avverte i vicini che mancherà per qualche giorno, ma proprio quell’assenza desta sospetti: i vicini, infatti, sentono un odore acre che proviene dall’abitazione, un odore che con il passare dei giorni diventa sempre più forte, così decidono di entrare e si trovano davanti macchie di sangue su pareti e pavimenti. Saliti in camera da letto trovano il corpo di Harshitha in una scatola, martoriato e decomposto.

La polizia al momento sta cercando Anil, il quale, conscio di quanto fatto, è scappato gettando il telefono per non essere rintracciato, ma la polizia locale afferma che c’è una squadra intenta a cercarlo e promette che presto verrà arrestato.