“Polizia, c’è un uomo con un fucile!”. Tanta paura, ma era solo una scopa

Sembrava proprio che stesse imbracciando un fucile, o almeno così era parso ad alcune persone che si trovavano nei pressi. Mattinata di panico e tensione nel quartiere “Prati”, in pieno centro a Roma, dove un uomo è stato visto da più individui con un fucile in mano.

La prima chiamata al numero di emergenza è scattata intorno alle 11, e ad inoltrarla sono stati due dipendenti della ASL di via Plinio. Il dispositivo antiterrorismo è scattato immediatamente: la polizia ha subito avviato controlli a tappeto in tutta la zona per rintracciare la persona vista camminare poco prima in strada verso via Virgilio.

Dai controlli successivi è emerso che si trattava di un giovane di colore, con un cappello blu e uno zaino verde. E’ proprio dallo zaino che sembrava spuntare un altro fucile. Intanto al centralino del numero unico di emergenza è giunta una seconda telefonata di cittadini allarmati.

La paura è cessata solo dopo le 13, quando il ‘ricercato’ è stato individuato in piazza dei Quiriti. Quello che trasportava non era affatto un fucile, ma una banalissima scopa avvolta nel cellophane.

Allarme rientrato, quindi, e non è nemmeno la prima volta. La psicosi terrorismo ha già scatenato episodi simili nella Capitale: l’ultimo alla stazione Termini, dove un uomo è stato trovato in possesso di un arma… giocattolo, da regalare al figlioletto.