Latina, mamma vende la sua bimba appena nata: arrestate tre persone

Tre arresti a Latina per la compravendita di un bambino. Questa mattina all’alba la polizia ha compiuto tre arresti dopo che un neonato era stato venduto; il blitz è partito dopo un mese circa di indagini, che a loro volta sono scaturite dalla segnalazione di un ufficiale di stato civile, a Latina. Giuseppe De Matteis ha guidato l’inchiesta che ha permesso di capire come fossero andate le cose.

Una donna di Latina avrebbe acquistato un neonato, mentre simulava una gravidanza per rendere tutto più realistico.
La bambina era di una donna romena, che da anni vive in Italia, e che l’aveva venduta ad una donna italiana per mezzo dell’intermediazione di un’altra persona. Tre persone sono state arrestate, l’accusa è solo quella di alterazione dello stato civile di un neonato. 

Dalle indagini della polizia è emersa una storia davvero raccapricciante. Tutto è partito quando un funzionario del comune di Latina ha ricevuto la chiamata della donna italiana, che chiedeva come registrare la figlia che era nata in casa. Dopo avergli dato appuntamento per la registrazione ed aver visto che la donna non si era presentata, l’uomo l’ha contattata ma aveva ricevuto solo risposte contraddittorie ed evasive, e quindi aveva deciso di contattare la polizia. La bimba è stata affidata ad una casa protetta.