Ancora guai per la United Airlines: muore coniglio gigante messo per errore nel congelatore

La notizia di un coniglio gigante rinvenuto privo di vita nei magazzini della United Airlines a Chicago, dopo un volo proveniente da Londra, aveva già fatto il giro del mondo alcuni giorni fa, quando il proprietario dell’animale aveva sporto formale denuncia.

Adesso, però, per la compagnia americana arrivano anche i retroscena di questo ennesimo “intoppo”, dopo quelli che nelle scorse settimane avevano già messo l’Airlines fortemente in imbarazzo. A monte di tutto pare esserci stata una futile svista. Il coniglio, nato da un esemplare gigante e comperato da una celebrità (rimasta anonima, ndr) per farlo diventare il coniglio più grande del mondo, è stato messo erroneamente in magazzino con “temperature fra lo 0 e i 2 gradi”.

Li, ha riferito un operaio dell’aeroporto, è stato lasciato per 16 ore. “Il coniglio è arrivato in buona salute- ha proseguito ancora l’addetto parlando a The Sun-. Poi, per una sorta di errore, è stato alloggiato all’interno di un congelatore per tutta la notte.”

“Sappiamo dall’inventario- ha poi aggiunto l’addetto- che il coniglio era vivo al momento dell’arrivo in aeroporto. Cosa sia accaduto nel magazzino non si sa, così come non si sa chi sia stato a metterlo materialmente all’interno del congelatore.”

La United Arlines ha avviato immediatamente un’indagine per accertarsi dell’accaduto.

G.c.