“La piccola Maddie è viva e si trova in Marocco”. Ma era solo un altro falso allarme

L’ennesimo avvistamento di una presunta ragazza scomparsa che si conclude in un nulla di fatto. Questa volta è capitato ai coniugi Kate e Gerry McCann, gli inglesi genitori della piccola Maddie scomparsa dieci anni fa, di doversi sentir dire che la figlia era stata ritrovata viva in Marocco. Le segnalazioni lasciavano ben sperare le forze dell’ordine che si stanno occupando del caso, tanto da aver dato ordine di preparare un elicottero che potesse subito andare a prendere la ragazza. Ma quando le autorità marocchine hanno svolto controlli più accurati la verità è saltata subito agli occhi: si è trattato solo di un’altra segnalazione illusoria.

All’epoca dei fatti (3 maggio 2007) Madeleine McCann  aveva soltanto quattro anni e oggi, quindi, sarebbe un’adolescente di 14. Maddie, il dolce nomignolo con cui la bimba è divenuta nota, è scomparsa durante una vacanza a Praia da Luz fatta con i genitori e i due fratellini gemelli. Una sera, mentre i genitori cenavano al ristorante con altre coppie di amici, si sono perse tutte le tracce di Madeleine, che era rimasta in una camera di albergo con i fratellini. Secondo quanto è emerso, era normale consuetudine dei genitori lasciare spesso i figli da soli, in hotel, in quei frangenti: i bambini, ad intervalli regolari, venivano controllati da coloro che tornavano in albergo. Su questa vicenda si è scritto e detto molto, e si è pensato che Maddie sia stata rapita o addirittura che sia stata uccisa. Nammeno i genitori sono usciti indenni da ogni sospetto.

Maria Mento